HOME

Irene inizia la sua ricerca artistica nel 2009, affrontando il tema della memoria e della natura.

La natura è il legante tra le diverse declinazioni artistiche d’ Irene, una ricerca che varie dall’ ambito pittorico e grafico, fino alle sperimentazioni polimateriche nelle installazioni ambientali.

Cromia accesa e intensa caratterizza l’ ambito pittorico per diventare sintesi nelle installazioni, in cui la forza emotiva è incentrata sulla ricerca dei materiali utilizzati e sulle loro possibilità espressive.

Carattere distintivo è il legame emotivo /espressivo con la natura. La ricerca artistica dell’ artista verte sull’ uso dei colori e le forme della natura con cui dà vita a visioni, paesaggi onirici e alterazioni della percezione delle immagini.

Ingrandimenti delle nuvole, linea d’ orizzonte, analisi delle sezioni del terreno diventano spunto di esplorazione nelle opere d’ Irene, in cui il fruitore riesce ad immergersi, anche grazie alla dimensione delle tele.

La ricerca immersiva è presente anche nelle installazione ambientali che spaziano dall’ uso dei materiali industriali a quelli totalmente naturali della land art

Plexiglass, legno , fiori, colori naturali e gli innumerevoli colori che sono presenti nei contesti naturalistici diventano mezzo comunicativo d’ impatto per affrontare tematiche sociali ed emotive, dando vita ad atmosfere oniriche e inaspettate.

Il paesaggio e gli elementi naturali (cielo, nuvole, mare, etc) assumono una lettura e un ruolo di primo paino nella ricerca sulla percezione umana dei luoghi, in uno spesamento percettivo ed emotivo .

Le opere, spesso, sono caratterizzate da moduli ripetivi  e dalla sperimentazione  percettive alterate e differenti, dal mutamento temporale, in una ricerca che pone le sue basi sui modelli della classicità maanche della contemporaneità come Burri, Hirst, Kiefer, Kapoor, Rothko, Maria Lai e Turner, ma anche gli studi in Nord Europa.

Torna in alto
Translate »